Crea/Mostra Contenuto Crea/Mostra Contenuto

Cosa vuol dire compensazione della Co2?

Ogni azione che noi facciamo comporta normalmente un'emissione di CO2. Usare la macchina, accendere il forno, comperare un nuovo videogioco comporta una seppur minima emissione di gas serra. Dopo aver fatto un bilancio della quantità emessa posso decidere di bilanciare il mio impatto climatico attraverso la compensazione. In pratica scelgo di promuovere o supportare azioni sia a livello locale che internazionale che possano compensare la CO2 prodotta.

Piantando tanti alberi quanti ne servono per il completo riassorbimento delle emissioni di C02 prodotte da una specifica attvità umana, è possibile compensare ed annullare l'impatto sul clima prodotto da quell'attività. Ecco perché si parla di attività compensata.

Aumentare la superficie dei boschi non è l'unica azione possibile: compensare significa anche finanziare, sostenere un progetto di tutela ambientale e sociale, in Italia o all'estero, che permetta di compensare le emissioni di CO2 individuate nella carbon footprint. Ad esempio l'installazione di pannelli fotovoltaici o la realizzazione di un impianto di teleriscaldamento.

Compensare per aiutare

 

Cosa vuol dire riduzione della Co2?

Ridurre la CO2 significa invece agire alla sorgente del problema, evitandone la generazione e mettendo in atto una serie di azioni di riduzione dei consumi di beni, servizi ed energia: ad esempio attraverso il risparmio energetico e l'utilizzo di energia pulita cioè proveniente da fonti rinnovabili

Con il nostro contributo individuale, cambiando di poco le nostre abitudini, possiamo ottenere grandi risultati! Anche semplici gesti quotidiani possono aiutare a ridurre le emissioni dei gas serra senza rovinare la nostra qualità della vita; anzi, facendoci risparmiare.
Si può fare…

  • riducendo i consumi (di energia, nei trasporti…)
  • risparmiando energia
  • riciclando i prodotti
  • mangiando i prodotti locali

Crea/Mostra Contenuto Crea/Mostra Contenuto